Editoriale

Raccoglie pensieri e riflessioni del sottoscritto

Un’impresa dalla quale provare a ripartire tutti

Quanto sto rosicando per essermi perso una serata storica come quella di ieri sera. Maledetto torneo di calcetto! Che io poi lo detesto il calcio a cinque ma mi sono fatto tirare in mezzo da alcuni amici a novembre e adesso me lo devo ciucciare tutto fino a maggio. Mi cerco i guai con la lanterna come stile di vita, lo so. Pazienza, ormai è andata così…

(altro…)

Il tempo delle scelte

E’ bastato un gol di Insigne su calcio di rigore per ridare almeno in parte un po’ di luce a questa buia settimana di amichevoli internazionali che ci ha visto fare da sparring partner a due selezioni che, nonostante il blasone, secondo me avranno grandi difficoltà anche ad arrivare ai quarti di finale di Russia 2018. C’è voluto il Var (Dio sempre lo benedica) per tornare a segnare dopo quasi 400 minuti. L’ultima rete azzurra risaliva ad ottobre. Quando Candreva la scagliò dentro (sì, scagliare è il verbo più appropriato) contro l’Albania qui si stava vendemmiando, mio figlio non aveva ancora compiuto un anno e l’Inter era in lotta per lo scudetto (risate di sottofondo).

(altro…)

Ciao Davide, capitano dei saggi

Non sono qui per scrivervi la biografia di Astori. Avrete a disposizione in questi giorni fior di siti e di giornalisti che sapranno farlo molto meglio di me. Sono qui giusto per raccontarvi in poche righe di come, un po’ a sorpresa, Davide era diventato uno dei giocatori simbolo di questa prima stagione dell’Hyboria League.

(altro…)

E che sia gran calcio!

Che strani scherzi sa riservarci il calendario! Tra meno di 48 ore prenderà il via una di quelle giornate di campionato cui raramente si ha la fortuna di poter assistere. Non sono un esperto di statistiche, tuttavia credo che andando a ritroso non sarà per nulla semplice ritrovare un weekend calcistico in cui le prime otto squadre della classifica s’incrociano in quattro sfide dirette che, giunti a questo punto della stagione, metteranno in palio punti pesantissimi, qualsiasi sia l’obbiettivo da raggiungere. Non mi avventurerò in pronostici di alcun tipo perché non è il mio mestiere. Credo che però, ragionevolmente, tre di queste squadre possano guardare a questa giornata con più fiducia delle altre.

(altro…)

Questione di mentalità

Parto da una semplice premessa: sono una persona pragmatica, consapevole di cosa voglia dire fare i conti con la durezza della realtà e di come, a volte, il destino ti ponga di fronte a delle scelte obbligate cui difficilmente ci si può sottrarre. Detto questo, dunque, non voglio ergermi a moralizzatore. Non voglio fare come coloro che, comodi a casa in ciabatte, danno lezioni di vita dietro ad una tastiera senza mostrare la benché minima empatia nei confronti delle situazioni cui si riferiscono con tanto fervore.

(altro…)

Ciao mister

Avevo solo sette anni in quella bellissima estate del 1990. Avevo cominciato ad accostarmi al mondo del pallone a primavera. C’era mio padre tutto preso da quel finale convulso di campionato che vide il Napoli spuntarla sul Milan dopo una serie infinita di colpi di scena e di polemiche. Era l’anno dei mondiali e, sempre papà, aveva deciso di fare un salto nel futuro acquistando per l’occasione la nostra prima tv a colori: un Trinitron Sony che, a vederlo adesso (è ancora da qualche parte in cantina), sembra uscito direttamente da Videodrome.

(altro…)

Una domenica bestiale

Torna la Serie A, torna il fantacalcio e torna pure l’Hyboria League. Dopo un’attesa lunga due interminabili settimane (grazie, il riposo non è mai abbastanza) si ricomincia. Dal più bravo degli inviati di Sky al più sfigato dei fantallenatori, eccoci qui, tutti di nuovo con le teste chine sui nostri taccuini interattivi a prendere appunti, far di conto e, a volte, imprecare.

(altro…)