È stato un infrasettimanale dominato in lungo e in largo dagli Aquilonia Crusaders. La potenza di fuoco dei bianco-rossi non ha lasciato scampo agli avversari. Il destino della franchigia più prestigiosa della nostra Lega sembra sempre più accomunato a quello dell’Internazionale di Milano. E non dipende solo dall’aver Romelu Lukaku o dalla croce rossa in campo bianco…




I punteggi

Aquilonia ha conquistato la sua quinta “V” nera stagionale mettendo a referto ben 86,5 punti.

I Crociati avevano fatto meglio quest’anno solo alla sesta e alla tredicesima giornata.

I punteggi della ventitreesima giornata

Molto bene hanno fatto pure il fanalino di coda Zamora e i Koth Steelers che però sono rimasti ben distanti.




Il Campionato di Lega

Aquilonia ha letteralmente strapazzato Brythunia e, approfittando del secondo tonfo consecutivo degli Zingara Smugglers, ha preso il largo volando a +4 in classifica.

Il 5-0 maturato al Conan Memorial è frutto dei goals messi a segno da Ilicic, Kessiè, Di Lorenzo e Spinazzola (quest’ultimo autore anche di un’autorete), della gran prova di Szczesny (cleansheet e rigore parato), del punto extra conquistato dalla difesa e dagli assist di Lukaku e Mancini.

I Barbudos non sono riusciti neanche a marcare la rete della bandiera nonostante il goal di Zappacosta nel derby di Genova.

A pesare sul punteggio dei giallo-neri sono state le tre reti incassate da Meret a Reggio Emilia e, soprattutto, i voti pessimi di Manolas (subentrato a Toloi), Leao e Stryger Larsen. Il danese, in particolare, col suo tragi-comico fallo di mano nei minuti di recupero di Milan-Udinese ha, di fatto, regalato un insperato +3 ad Aquilonia mandandola sul dischetto con Franck Kessiè.

L’altro big-match di giornata, come vi ho già anticipato implicitamente, se lo sono aggiudicati gli Ophidians.

I risultati della ventitreesima giornata

Stygia, franchigia in un vero e proprio momento di grazia, ha espugnato il campo di Zingara con uno 0-1 che non rispecchia a pieno la superiorità degli ospiti.

Gli Smugglers, privi di Luis Alberto a causa del rinvio di Lazio-Torino, con un Rebic in serata da dimenticare e con Lautaro Martinez che ha giocato a malapena un quarto d’ora a Parma, non sono mai stati davvero in partita. A fine turno i punti messi a segno dagli arancio-neri erano 63,0 punti. Una miseria.

Gli Ophidians, al contrario, avevano aperto le danze martedì con Cristiano Ronaldo e le avevano chiuse mercoledì sera col solito Robin Gosens, a segno per la terza giornata consecutiva. La vittoria non è stata più larga solo per il -3 di Consigli in Sassuolo-Napoli.

Questo risultato ha un peso specifico notevolissimo. Gli Smugglers sono giunti al terzo stop nelle ultime quattro gare (più di quanti ne avevano subiti nei diciannove turni precedenti) e stanno vedendo rapidamente svanire un sogno chiamato Scudo d’Oro e durato per almeno un paio di mesi.

Gli Ophidians che, al contrario, sembravano spacciati fino a qualche settimana fa, con questo quinto successo consecutivo sono tornati in piena corsa per il podio e, sulla scia dell’entusiasmo potrebbero puntare ancor più in alto avendo sette punti di distacco dalla capolista Aquilonia ma ancora due scontri diretti da giocare contro di loro.

A gongolare più di chiunque altro è Koth che ha fatto il colpo dei colpi vincendo di rimonta in casa dei campioni in carica di Corinthia.

La classifica del Campionato di Lega dopo la ventitreesima giornata

I Wisemen erano andati in vantaggio grazie a Federico Chiesa e Domenico Berardi.

Gli Steelers hanno replicato con le reti degli atalantini Muriel e Palomino ed hanno spinto verso la soglia della terza rete il proprio punteggio con gli assist di Răzvan Marin e Giuseppe Pezzella e col doppio punto-extra conquistato dalla stoica difesa.

All’Olympic Stadium è finita 2-3 e ora gli Steelers sono da soli al terzo posto mentre i Wisemen sono lontani sedici punti dalla prima posizione e dieci dalla zona podio.

La terza vittoria esterna di giornata è stata quella dei Nemedia Red Dragons che hanno sconfitto a domicilio gli Argos Mariners.

L’idea di puntare in blocco sui centrocampisti dell’Atalanta non ha portato i risultati sperati in casa rosso-nera. E neanche quella di lasciare in panchina Alexis Sanchez ed Hernani Jr. Poco male. Ci ha pensato Lorenzo Insigne a consegnare il successo ai suoi. Con un assist, un goal e il bonus capitano l’uomo simbolo dei Dragoni ha vinto la partita praticamente da solo.

E’ la sesta sconfitta consecutiva per i bianco-celesti che non hanno potuto sfruttare la rete di Alvaro Morata, rimasto in panchina, e non hanno potuto sfruttare a pieno le potenzialità della propria formazione visto che sia Saelemaekers che Daamsgard, due degli uomini sui quali si era costruito l’undici da opporre alla Nemedia, non andati neanche a voto.

L’ultimo match in programma era quello che, al Maul Camp vedeva di fronte il fanalino di coda Zamora e Ophir.

I padroni di casa si sono imposti con un netto 3-0.

Lo schieramento ultra-difensivo ha premiato i bianco-neri trascinati dalle reti di Faraoni, Zielinski e Lasagna (al primo centro con la maglia degli Snatchers), dal cleansheet di Cragno e dal punto extra conquistato dalla folta retroguardia guidata magistralmente da Godin.

Gli zamoriani, che hanno collezionato ben sette punti in questa prima metà del girone primaverile, sono ancora ultimi in classifica ma, per la prima volta da tanti mesi, possono mettere la nona posizione nel mirino.




La Coppa di Lega

Aquilonia continua a viaggiare ad un’incredibile media di oltre 77 punti a giornata.

I Crusaders hanno un passo che nessuno può sostenere e tutto questo fa guardare alle tredici battaglie rimanenti come a poco più di una formalità. Il secondo Elmo d’Oro nella storia dei bianco-rossi sembra cosa fatta.

La classifica della Coppa di Lega dopo la ventitreesima giornata

L’unica franchigia che può vantare due successi in questa competizione sono gli Stygia Ophidians, campioni in carica e attualmente secondi a quasi sessanta lunghezze di distanza.




La Supercoppa di Lega

Per la prima volta dopo diverse giornate la capolista Argos ha avuto una piccola battuta d’arresto. I Mariners hanno messo in carniere solo mezzo punto extra grazie al bonus da vice-Capitano conquistato da Samir Handanovic.

La classifica della Supercoppa di Lega dopo la ventitreesima giornata

Ne ha parzialmente approfittato Aquilonia, recuperando un punticino e mezzo. Ma i Crusaders, dominatori in Campionato e Coppa, continuano ad essere lontani anni luce dai Mariners e hanno il dovere di guardarsi prevalentemente alle spalle con Stygia, Nemedia e Koth pronte a metterle pressione per conquistare le Spade d’Argento.




La classifica dei marcatori

Il turno di stop forzato di Andrea Belotti e Ciro Immobile poteva avvantaggiare Cristiano Ronaldo. Ma il portoghese, andato a segno contro lo Spezia, non è riuscito a staccare ulteriormente i capitani di Argos ed Ophir perché Stygia si è fermata a 70,5 punti non riuscendo a sfondare la soglia della seconda marcatura.

Oltre a quella di Cristiano Ronaldo, non abbiamo potuto tramutare in una marcatura utile alla nostra graduatoria neanche quella di Davide Zappacosta dei Brythunia Barbudos.

La classifica dei Marcatori dopo la ventitreesima giornata

Le marcature extra attribuite questa settimana sono state, invece, ben quattro: hanno riguardato Lorenzo Insigne dei Nemedia Red Dragons, Stefan de Vrij degli Ophir Golden Shields, Gianluca Mancini degli Aquilonia Crusaders e Alessandro Bastoni dei Koth Steelers.




La prossima giornata

Saranno molte le partite di cartello del ventiquattresimo turno.

La capolista Aquilonia andrà a far visita ad Ophir con l’obbiettivo di proseguire la sua cavalcata verso lo Scudo d’Oro. I pronostici sono tutti in favore dei Crusaders.

Contemporaneamente gli Smugglers, dopo due sconfitte consecutive, dovranno vedersela con i rivali di Argos in crisi nerissima.

Il terzo Derby dei Mari stagionale sarà una gara, dunque, ricca di tensione. E Zingara non partirà affatto favorita visti gli impegni molo complicati dei suoi attaccanti: Luis Alberto giocherà contro la Juve, Lautaro Martinez contro l’Atalanta, Mattia Destro contro la Roma e Ante Rebic contro il Verona.

Gli incontri della prossima giornata

L’altra sfida importantissima sarà quella del Monumental di Pirogia che metterà di fronte Brythunia e Stygia.

Barbudos e Ophidians, appaiati al quarto posto, si giocheranno punti fondamentali mentre Koth, impegnata in casa contro il fanalino di coda Zamora, proverà ad approfittare della situazione. Ma non sarà affatto facile piegare i bianco-neri.

Chiuderà il quadro degli incontri la sfida del Belverus Dome tra Nemedia e i campioni in carica di Corinthia.




E con i risultati della ventitreesima giornata è tutto.

Vi lascio al consueto file excell con tutti i risultati nel dettaglio…

Risultati in excell 2020-2021

…e al filmato con tutte le reti della venticinquesima giornata di Serie A.

Ci vediamo su twitter.