Le formazioni della diciottesima giornata

Diciottesima giornata: le formazioni

Siamo giunti al giro di boa della terza stagione. Con il simbolico titolo di campione d’inverno già assegnato è la nuova mini-fuga della coppia Crusaders-Wisemen a tenere banco. Le due franchigie potrebbero ulteriormente allungare grazie ad un calendario abbastanza favorevole, almeno sulla carta.

Al Conan Memorial andrà in scena quello che l’anno scorso fu lo scontro per il titolo. I Golden Shields vorrebbero mettere i bastoni tra le ruote ai campioni in carica e concedersi ancora qualche flebile speranza in ottica Scudo d’Oro. Ma Immobile e compagni saranno costretti ad affrontare questo importante match con una formazione ampiamente rimaneggiata e questo rende l’impresa ancor più difficile di quanto non lo sia già.

Aquilonia, al contrario, fatta eccezione per le assenze di Lulic e Gervinho, sarà quasi al completo. L’esperto capitano sarà rimpiazzato da Jankto che andrà a completare la mediana con Rog e Nainggolan mentre, in mancanza dell’ivoriano, e vista la panchina di Quagliarella all’Olimpico, giocheranno Ilicic, Callejon e Lukaku. In difesa tornerà titolare Di Lorenzo dopo il turno di stop contro la Brythunia imposto dal momento negativo del Napoli.

Ophir sarà costretta per la prima volta nella sua storia ad adottare una retroguardia a tre. Mai nei due anni e mezzo di storia del nostro fantacalcio gli Scudati si erano affidati ad un modulo che prevedesse solo tre difendenti di ruolo. Agli infortuni di Koulibaly, Ferrari e Ansaldi si sono infatti aggiunti lo stop di Denswil e le squalifiche di Criscito e Mario Rui. Il centrocampo a quattro sarà rinfoltito da Locatelli e Bennacer che affiancheranno i soliti Brozovic e Pulgar. Al vertice di questo 3-4-1-2 ci sarà un tridente composto da Higuain, Immobile e Berenguer. Il giocatore del Torino ha vinto un po’ a sorpresa l’Hyballottaggio contro il veterano Diego Perotti che tra l’altro è poi pure risultato infortunato.

Logo Aquilonia Crusaders Logo Ophir Golden Shields
4-3-2-1 3-4-1-2
Szczesny
Mancini
Romagnoli vC
Izzo
Di Lorenzo
Rog
Jankto
Nainggolan
Ilicic
Callejon
Lukaku
Musso
Murru
de Vrij
Romero
Brozovic
Bennacer
Locatelli
Pulgar
Berenguer
Higuain
C Immobile
Panchina: Buffon, Silvestri, Conti, Bereszynski, Spinazzola, Biraschi, Obiang, Kessiè, Krunic, Ionita, Brugman, Lozano, Quagliarella, Donnarumma A, Cerri. Panchina: Nicolas, Berisha E, Danilo, Martella, Magnani, Dzemaili, Poli, Baselli, Barreto, Ramsey, Farias.

Mariners e Barbudos hanno una cosa in comune: sono due squadre schizofreniche che non conoscono le mezze misure. In due hanno messo insieme la miseria di cinque pareggi in queste prime diciassette giornate. O si vince, o si perde. Non esistono altre soluzioni. L’ultima “X” dei giallo-neri risale addirittura ad ottobre (Sesta giornata: Brythunia-Ophir 3-3). Cosa aspettarsi dalla partita di questo fine settimana? Un pareggio, ovviamente…

Argos scenderà in campo con la formazione tipo. In porta ci sarà il solito Samir Handanovic mentre in difesa tornerà titolare de Ligt. Andrà di nuovo in panchina l’ormai ex Kurtic e le chiavi del centrocampo saranno affidate al terzetto composto da Mandragora (giocatore in netta crescita), Romulo e Fabian Ruiz. Il tridente sarà quello di sempre con il Gallo Belotti, Paulo Dybala e il Cholito Simeone.

L’infortunio di Zaniolo non costringerà Brythunia a cambiare pelle. Almeno non per questa settimana. Al posto del giovane talento della Roma giocherà Jack Bonaventura dato per titolare in Milan-Udinese dopo il forfait di Calhanoglu. Una mezza rivoluzione ci sarà in attacco: Leao ha stravinto l’Hyballottaggio contro Petagna e affiancherà Dzeko e Papu Gomez nel nuovo tridente varato per questa partita. sarà la seconda presenza per il portoghese che fino ad ora ne aveva collezionata solo una, da subentrante, proprio nell’ultimo pareggio della sesta giornata citato qualche riga fa. Tra i pali ci sarà Ospina che sembra aver definitivamente scavalcato Meret nelle gerarchie di Gennaro Gattuso.

Logo Argos Mariners Logo Brythunia Barbudos
4-3-1-2 4-4-2 A
Handanovic
Klavan
Acerbi
de Ligt
Radu S
Ruiz
Mandragora
Romulo
Dybala
Belotti C
Simeone
Ospina
Larsen
Toloi
Smalling
Manolas
Pjanic
Lazzari
Bonaventura
C Papu Gomez
Dzeko
Leao
Panchina: Padelli, Skorupski, Godin, Troost-Ekong, Cionek, Colley, Jony, Kurtic, Ekdal, Borja Valero vC, Douglas Costa, Boateng, Politano, Nestorovski, Floccari. Panchina: Meret, Gabriel, N’koulou, Rrahmani, Biraghi, Laxalt, Allan vC, Barella, De Roon, Castro, Barillà, Emre Can, Petagna, Babacar, Llorente.

Quello tra Red Dragons e Steelers era il confronto da bassa della classifica per antonomasia del nostro fantacalcio. Ma quest’anno, mentre i rossoneri sono desolatamente ultimi (in compagnia dei malandati Zingara Smugglers), i grigio-azzurri stanno andando molto meglio del solito e si trovano addirittura in piena corsa per un posto sul podio. La gara d’andata fu risolta dalla prima rete ufficiale di Goran Pandev nel nostro fantacalcio. Il macedone sarà tra gli esclusi dalle formazioni di partenza di questo sfida. Andiamo a vederle.

Con Hateboer squalificato e tante altre defezioni “di tipo tecnico” in difesa, Nemedia sarà obbligata a schierare una retroguardia composta da soli tre uomini. La notizia positiva è quella del ritorno a disposizione dello spallino Reca, che però siederà in panchina. Il centrocampo sarà a trazione cagliaritana con Cigarini e Nandez coadiuvati da Lorenzo Pellegrini e Mario Pasalic. La punta di questo 3-4-2-1 sarà Sanabria. Alle sue spalle ci saranno Boga e Insigne.

Con capitan Kolarov squalificato daremo spazio a Palomino nella difesa a quattro dei Koth Steelers che farà da base al modulo col Falso Nueve. L’attacco, leggero, avrà come punto di riferimento più avanzato l’inamovibile Joao Pedro, supportato da Orsolini e Castillejo che l’hanno spuntata entrambi per un soffio in un serratissimo Hyballottaggio che ha finito per escludere il macedone Goran Pandev.

Logo Nemedia Red Dragons Logo Koth Steelers
3-4-2-1 4-3-3 FN
Lopez P
Sabelli
Vicari
Nuytinck
Nandez
Cigarini
Pellegrini Lo vC
Pasalic
Boga
Insigne C
Sanabria
Gollini
Dalbert
Bonucci
Palomino
Pisacane
Leiva
Magnanelli
Rincon
Castillejo
Orsolini
Joao Pedro
Panchina: Mirante, Joronen, Reca, Bastos, De Maio, Fazio, Bocchetti, Malinovskiy, Hernani, Vecino, Jajalo, Sanchez, Di Carmine, Teodorczyk. Panchina: Sportiello, Audero, Lucioni, Danilo L, Traorè, Badelj, Grassi, Zmrhal, Pandev, Mancosu, Muriel, Inglese, Santander, Ayè.

Gli Ophidians venivano da una striscia impressionante di risultati utili consecutivi ed erano tornati prepotentemente in corsa per il titolo. Poi, la settimana scorsa, hanno ceduto di schianto in Corinthia. Ora è tutto da rifare. Cristiano Ronaldo e compagni non si perdono d’animo vogliono ricominciare subito a macinare punti. Il match contro gli Snatchers li vede ampiamente favoriti. Occhio però a sottovalutare i bianconeri che in questo secondo girone hanno messo insieme ben quindici dei diciassette punti che possono vantare in classifica.

Stygia dovrà di nuovo fare a meno, almeno dall’inizio, del Tocu Correa, ancora alle prese con alcuni problemi fisici. Lo spagnolo figurerà tra i panchinari e il suo posto dietro le punte sarà preso di nuovo da Sansone. Avevamo pensato anche ad Under ma il giocatore del Bologna ci sembra che offra più garanzie. In difesa, scontato il turno di squalifica, tornerà Skriniar, mentre sulla fascia riproporremo Gosens lasciando da parte Darmian, impegnato nella complicata trasferta dello Stadium. I pali saranno difesi da Consigli.

La squalifica di Florenzi e il grave infortunio a Demiral costringeranno Zamora a tornare alla difesa a tre. Peccato perché nella vittoria di Korshemish i quattro uomini dietro avevano collezionato un ottimo punto-extra. Le redini del centrocampo saranno riprese da Tonali che ha scontato il turno di squalifica e che tornerà a disposizione. Il tridente offensivo sarà quello di sempre con Palacio, Balotelli e Okaka.

Logo Stygia Ophidians Logo Zamora Snatchers
4-3-1-2 3-4-1-2
Consigli
Gosens
Skriniar
Bruno Alves vC
Alex Sandro
Veretout
Matuidi
Benassi
Sansone
Ronaldo C
Caputo
Strakosha
Faraoni
Caceres
Gagliolo
Tonali
Diawara
Kucka
Zielinski
Palacio
Balotelli
Okaka
Panchina: Pegolo, Sepe, Darmian, Tomiyasu, Toljan, Lirola, Rabiot, Djuricic, Barak, Lazaro, Under, Correa, Di Francesco, Paloschi, Destro. Panchina: Proto, Olsen, Rodrigo Becao, Masiello C, Bonifazi, Vavro, Fofana, Pessina, Elmas, Verdi, Paquetà, Rigoni E, Stepinski, Kalinic.

Questa partita rischia di nascere già compromessa a causa di una serie di sfortunate coincidenze che potrebbero privare gli Smugglers della possibilità di schierare un portiere che vada a voto. Ben per i Wisemen che hanno bisogno di non perdere contatto con i Crusaders in questa corsa al titolo che pare ormai una questione a due.

La situazione di Zingara è davvero tragicomica. Direi fantozziana. Intrecci di calciomercato e infortuni rischiano di privare gli arancio-neri dell’estremo difensore. Gigio Donnarumma è alle prese con un problema fisico e il suo sostituto, Pepe Reina, non è più a disposizione perché è appena stato ceduto dal Milan all’Aston Villa. Asmir Begovic, il portiere che dovrà prendere il posto dello spagnolo, non sarà tesserabile fino alla sessione invernale dei sorteggi. E fin qui sono cose che possono capitare. A complicare la situazione però è arrivato anche il passaggio di Mattia Perin dalla Juve al Genoa. L’italiano è diventato subito titolare facendo scalare in panchina Radu, terza risorsa a disposizione degli arancio-neri che ora si ritrovano in rosa con un infortunato (Donnarumma) due panchinari (Radu e Jandrei) e un fuori-lista (Reina). Non resta che sperare in un recupero last minute di Gigione…

La formazione di Corinthia che ha strapazzato la Stygia sarà confermata in blocco anche per questa trasferta. Berardi, dopo lo sconto della squalifica, sarà di nuovo a disposizione ma siederà in panchina, perché abbiamo deciso di insistere col 4-4-2 A e con la coppia CandrevaDe Paul.

Logo Zingara Smugglers Logo Corinthia Wisemen
3-4-1-2 4-4-2 A
Donnarumma G vC
Pajac
Djidji
M’baye
Zaccagni
Freuler
Verre
Soriano
Luis Alberto
Caicedo
Martinez L
 vC Sirigu
De Silvestri
Pezzella Ger
Milenkovic
Hernandez
Veloso
Milinkovic-Savic
De Paul
Candreva
Milik
Zapata D
Panchina: Radu I, Jandrei, Luiz Felipe, Rugani, Juan Jesus, Lyanco, Zapata C, Cacciatore, Missiroli, Schone, Lukic, Gagliardini, Chiesa, Rebic, Gabbiadini. Panchina: Ujkani, Dragowski, Djimsiti, Musacchio, Castagne, Hysaj, Pellegrini Lu, Lazovic, Linetty, Sensi, Berardi, Piatek, Lasagna, Caprari.

E per le formazioni della diciottesima giornata è tutto.

Ci sentiamo su twitter per la rubrica TwittaHyboriaMinutoperMinuto. Lavoro permettendo.

#TwittaHyboriaMinutoperMinuto

Buona Serie A, buon fantacalcio e buona Hyboria League a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.