Trentaquattresima giornata: le formazioni

Terz’ultima giornata di questa stagione e primo match point per la capolista Stygia. Sabato e domenica me ne starò incollato al mio AKAI AKTv 3210 (di gran lunga il miglior regalo ricevuto il giorno del matrimonio) per seguire tutte le partite della Serie A. Voglio vedere “live” se questo assurdo progetto lanciato quasi per scherzo un anno fa (il dominio per il blog lo acquistai in data 7 maggio ma avevo cominciato a lavorarci già da qualche mese) riuscirà a partorire il primo, storico, vincitore dello Scudo d’Oro d’Hyboria proprio nella giornata che coincide col ritorno della venticinquesima, quella rinviata per la morte di Davide Astori e recuperata subito dopo Pasqua.

Il primo posto nel Campionato di Lega non è certo l’unico che conta. Ci sono Coppa e Supercoppa ancora in ballo. Ma per scoprire chi le vincerà bisognerà inevitabilmente aspettare il 20 maggio. Vediamo allora come scenderanno in campo le dieci franchigie in queste cinque sfide che, ognuna a modo suo, contribuiranno a scrivere una nuova, importante, pagina della stagione 2017-2018.

Partiamo da Pirogia con un match mai avaro di gol, quello tra Barbudos e Mariners. In ognuno dei tre precedenti stagionali le due franchigie sono andate entrambe a segno e le gare si sono concluse sempre con la vittoria dei padroni di casa. Il fattore campo è stato dunque determinate. Vedremo se anche questa volta a prevalere sarà la compagine impegnata tra le mura domestiche o se questo tabù verrà sfatato.

Una Brythunia ormai fuori dai giochi in Campionato ma lanciatissima per le posizioni che contano in entrambe le altre due competizioni, dovrà fare a meno dello squalificato Miralem Pjanic. Perno della mediana sarà allora Barberis supportato dal solito Allan e da De Roon. Per il resto confermata in toto la formazione sconfitta domenica scorsa in Corinthia nonostante avesse fatto registrare il secondo miglior punteggio di giornata.

Un paio di cambi invece tra le fila degli Argos Mariners che domenica scorsa avevano visto sfumare una sicura vittoria a causa del senza voto di Borja Valero (questione di un minuto). In difesa, al posto dell’infortunato Radu, troveremo Mattiello. Tornerà dopo il turnover anche Manolas. Assente Vukovic, non convocato da Pecchia per Milan-Verona. A centrocampo Borja Valero, che a causa della squalifica di Vecino dovrebbe giocare dall’inizio contro l’Udinese, sarà schierato tra i titolari. Infine tornerà nell’undici di partenza anche il capitano Belotti. Avremmo voluto continuare a puntare su Schick ma il talentino della Roma dovrebbe essere, almeno inizialmente, destinato alla panchina nella trasferta della sua Roma a Cagliari.

4-3-2-1 4-3-2-1
Alisson
Rodriguez R
Toloi
Burdisso vC
Peluso
Allan
Barberis
De Roon
Bonaventura
Papu Gomez C
Dzeko
Handanovic
Mattiello
De Vrij
Manolas
Marusic
vC Borja Valero
Torreira
Castro
Douglas Costa
Dybala
C Belotti
Panchina: Skorupski, Silvestri, Barzagli, N’koulu, Gobbi, Gaspar, Larsen, Faragò, Bernardeschi, Eysseric, Trotta, Galabinov, Pellissier Panchina: Padelli, Gomis, Widmer, Gamberini, Diawara, Di Gennaro, Nani, Karamoh, Schick, Floccari, Sau, Cornelius

I Wisemen non hanno mai sconfitto gli Smugglers durante questa stagione. Solo un pareggio per i bianco-verdi, ottenuto proprio in casa alla sedicesima giornata.

Corinthia scenderà in campo anche questa settimana con il 4-3-3. Niente difesa a cinque questa volta, dunque ma, in ottica Supercoppa, nonostante l’impegno complicato al San Paolo, abbiamo deciso di schierare tra i pali Salvatore Sirigu. L’estremo difensore del Torino avrà il compito di provare ad agguantare, vista l’assenza del capitano Marco Parolo, il mezzo punto di bonus legato al suo ruolo di vice. Le pagelle delle ultime giornate fanno ben sperare in tal proposito. Vero che in ballo c’è anche il bonus per il mantenimento della porta inviolata ma l’alternativa Cordaz (scelta ad esempio a tale scopo domenica scorsa) non fornisce adeguate garanzie. In difesa, al posto dello squalificato Caldara, tornerà De Silvestri. Novità anche a centrocampo con Duncan al posto di Rohden. La coppia d’attacco, confermatissima, sarà composta da Lasagna e Kownacki.

Zingara, ancora disperatamente a caccia di punti preziosi per mantenere vivo l’inseguimento al terzo posto sia in Campionato che in Coppa, ritroverà Diabatè. Tornato dalla squalifica, il gigante maliano era stato messo in ballottaggio su twitter con Caicedo. I due hanno ricevuto il medesimo numero di voti e quindi la scelta è toccata a noi che abbiamo preferito affiancare ad Higuain l’attaccante del Benevento. Alle spalle dei due panzer avremo Luis Alberto e Cuadrado, quest’ultimo preferito dai nostri amici di twitter a Chiesa. A centrocampo tornerà il capitano Marek Hamsik. Le assenze di Howedes e Juan Jesus e le non perfette condizioni di Giorgio Chiellini (che comunque porteremo in panchina) ci hanno messo un po’ in apprensione riguardo alla predisposizione della linea arretrata. Nonostante tutto dovremmo riuscire a mettere insieme, senza troppi patemi d’animo, quattro voti utili dai restanti sei difensori presenti in rosa. Almeno lo speriamo perché il 4-4-2 A non perdona in questi casi. Accettiamo il rischio perché, a questo punto della stagione e con questa classifica, gli arancio-neri hanno un solo risultato a disposizione: la vittoria.

4-3-3 4-4-2 A
Sirigu vC
Hysaj
Danilo
Felipe
Pezzella Ger
Duncan
Linetty
Milinkovic-Savic
Milik
Kownacki
Lasagna
vC Donnarumma G
Biraghi
Rugani
Zukanovic
Caracciolo
C Hamsik
Praet
Luis Alberto
Cuadrado
Higuain
Diabatè
Panchina: Milinkovic V, Cordaz, Castagne, De Silvestri, Ajeti, Musacchio, Rohden, Acquah, Berardi, Candreva, De Paul, Caprari Panchina: Donnarumma A, Brignoli, Puggioni, Lukaku, Costa F, Chiellini, Freuler, Radovanovic, Hetemaj, Chiesa, Iago Falque, Caicedo, Matri, Thereau

Sfida non priva di spunti d’interesse quella della Korshemish Arena tra Steelers e Crusaders. I bianco-rossi non sono ancora matematicamente estromessi dalla corsa al terzo posto in Campionato (anche se l’impresa rasenta ormai l’impossibile) mentre sono pienamente in lotta per il podio sia in Coppa che in Supercoppa. Gli Steelers, dal canto loro, sono una di quelle franchigie destinate a portare al termine la stagione rimanendo a bocca asciutta. Tuttavia, seppur poche, le speranze di agganciare il treno delle prime tre in Supercoppa sono ancora vive. Bisognerebbe centrare un “90” secco. Impresa non da poco ma l’Hyboria League può sempre riservare sorprese, fino all’ultima giornata. Di conseguenza meglio non dare nessuno per spacciato troppo in anticipo.

Koth, priva ancora dell’infortunato Duvan Zapata, scenderà in campo con un 4-3-2-1 identico a quello di domenica scorsa ma solo dal centrocampo in su. In difesa infatti ci saranno ben due novità: Palomino e Bonifazi rileveranno Bruno Peres (scelta tecnica) e Pisacane (acciaccato). Scelta diversa anche per quanto riguarda la porta: questa settimana abbiamo infatti preferito Bizzarri, impegnato in casa contro l’Inter, a Berisha, impegnato in trasferta contro la Lazio. Molto probabilmente prenderanno gol entrambi.

Modulo speculare per Aquilonia con il ritorno tra i titolari di RomagnoliCaceres chiamato a sostituire lo squalificato D’Ambrosio e Kessiè a riprendere il suo posto in mediana al posto di uno dei trequartisti schierati nella giornata precedente. Alle spalle di Fabio Quagliarella agiranno Rafinha e Josè Maria Callejon. Se il bomber della Sampdoria non dovesse farcela è pronto a subentrargli Roberto Inglese. Panchina per Ilicic e Felipe Anderson impegnati, a nostro parere, in partite più complicate.

4-3-2-1 4-3-2-1
Bizzarri
Bonifazi
Acerbi C
Palomino
Kolarov
Jorginho
Leiva
Khedira
Politano
Ljajic
Antenucci
 C Buffon
Bereszynski
Romagnoli
Silvestre
Caceres
Behrami
Kessiè
vC Lulic
Rafinha
Callejon
Quagliarella
Panchina: Berisha, Scuffet, Bruno Peres, Dainelli, Lichtsteiner, Pisacane, Bertolacci, Magnanelli, Missiroli, Saponara, Stepinski, Falcinelli Panchina: Szczesny, Mirante, Samir, Ionita, Marchisio, Veloso, Felipe Anderson, Ilicic, Inglese, Pucciarelli, Iemmello

E veniamo a quella che potrebbe essere la partita più importante dell’anno. Gli Ophidians, che giocheranno l’ultimo match casalingo stagionale, con una vittoria diventerebbero matematicamente campioni. A Icardi e compagni potrebbe bastare anche un pareggio nel caso Zamora non riuscisse a battere la Nemedia. Destino ha voluto che l’avversario in questo match decisivo fossero i Golden Shields, il competitor più agguerrito di tutta la stagione. Tra le due franchigie non esiste una rivalità dichiarata ma dopo una stagione passata interamente a fare a spallate ci potrebbero essere strascichi pesanti. Lo scopriremo a giugno quando aggiornerò la pagina del regolamento dedicata alla presentazione delle squadre.

I probabili futuri campioni di Stygia affronteranno questo importante impegno con il 4-3-1-2. A centrocampo ritroveremo finalmente tra i titolari Milan Badelj con Matuidi e Cristante. Il tridente d’attacco sarà guidato come al solito dal capitano Mauro Icardi. L’argentino sarà coadiuvato da Suso e Alberto Paloschi (prima da titolare per lo spallino) preferiti dai nostri amici di twitter ad El Shaarawy e Pavoletti nel mega-sondaggio a quattro da noi proposto nel primo pomeriggio.

Ophir è invece falcidiata da infortuni e squalifiche. Saranno assenti il capitano Strootman, il bomber Immobile, Koulibaly, Dzemaili e Perotti (che con una sua rete aveva deciso l’ultimo confronto diretto giocato a Ianthe). Tante le novità di formazione quindi per la franchigia dello scudo che abbiamo predisposto con il 4-3-2-1. Perno dell’attacco sarà il cholito Simeone. A supportare la punta della Fiorentina ci saranno Dries Mertens e Gaston Ramirez. A centrocampo Jankto rileverà Dzemaili mentre in difesa tornerà dopo la squalifica Ansaldi e lanceremo dal primo minuto il danese della Sampdoria Joachim Andersen.

4-3-1-2 4-3-2-1
Sportiello
Alex Sandro
Albiol vC
Skriniar
Martella
Badelj
Matuidi
Cristante
Suso
Icardi C
Paloschi
Viviano
Ansaldi
Andersen
Benatia
Romulo
Barreto
Brozovic
Jankto
Ramirez
Mertens
Simeone
Panchina: Consigli, Dragowsky, Tonelli, Regini, Andreolli, Barreca, Genitiletti, Barak, Barella, Benassi, El Shaarawy, Verdi, Cerci, Pavoletti, Destro Panchina: Belec, Perin, Mario Rui, Dalbert, Ferrari, Letizia, Baselli, Farias, Lapadula, Perica

A Shadizar andrà di scena un altro importante incontro, quello tra gli Snatchers e i Red Dragons. I padroni di casa, con una vittoria e risultati favorevoli provenienti da Akbitana e Pirogia, potrebbero assicurarsi matematicamente il piazzamento sul podio. Senza contare che i tre punti, se coincidessero con una contemporanea sconfitta della Stygia, riaprirebbero almeno parzialmente la corsa al titolo. La partita è però di quelle difficili da leggere perché entrambe le franchigie sono alle prese con diverse assenze. Nessuna delle due può schierare in campo la migliore delle formazioni possibili.

Zamora ha perso Mandzukic e Petagna e vedrà, con tutta probabilità, Kalinic partire per l’ennesima volta dalla panchina. Abbiamo optato allora per un modulo 4-3-3 in cui il ruolo di falso nueve sarà interpretato da Rodrigo Palacio. Alle spalle dell’attaccante del Bologna ci saranno Perisic e Birsa. A centrocampo siamo stati fino all’ultimo minuto indecisi tra Bentancur e De Rossi ma alla fine abbiamo optato per il capitano.

Nemedia è alle prese, invece, con numerosi problemi in mediana. Saranno infatti assenti contemporaneamente sia Cigarini, che Laxalt che Vecino. Insieme a Nainggolan e Pellegrini abbiamo schierato Schiattarella ma anche lo spallino non è al meglio. Unica riserva disponibile è Stefano Sensi che però, presumibilmente, partirà dalla panchina in Sassuolo-Sampdoria, visto che anche lui è alle prese con problemi fisici. Grane anche in difesa a causa della squalifica di Emiliano Moretti e dell’infortunio di Andrea Costa. Il rischio per i rosso-neri è quello di terminare la gara con meno di undici voti validi. Speriamo che non accada ciò che è accaduto alla trentunesima. Ne andrebbe dello spettacolo.

4-3-3 FN 4-3-2-1
Strakosha
Florenzi
Masiello vC
Miranda
Cacciatore
Veretout
De Rossi C
Fofana
Birsa
Perisic
Palacio
Reina
Cancelo
C Bonucci
Fazio
Nuytinck
vC Nainggolan
Pellegrini
Schiattarella
Calhanoglu
Insigne
Babacar
Panchina: Vargic, Cragno, Abate, Asamoah, Lemos, Heurtaux, Masina, Bentancur, Gonalons, Zielinski, Lazovic, Taarabt, Kalinic, Rossi G, Meggiorini Panchina: Sorrentino, Sepe, Basta, Bastos, Wallace, Konate, Sensi, Eder, Di Francesco, Andrè Silva, Coda, Maxi Lopez, Niang

Ed anche per oggi è tutto amici. Grazie per i preziosi consigli.

Ci sentiamo su twitter tra pochissimo con “Tutta l’Hyboria League minuto per minuto” che prenderà il via col primo anticipo di giornata, quello di San Siro tra Milan e Verona.

Buona Serie A e buon fantacalcio a tutti.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.