In questa venticinquesima giornata tutti i riflettori erano puntati sul big-match di Akbitana tra Golden Shields e Wisemen.

Ma è stata la Nemedia ad offrire una grande prova di forza conquistando la quinta “V” nera stagionale e riproponendo, prepotentemente, la propria candidatura allo Scudo d’Argento.


I punteggi

I Dragoni hanno fatto mettere a referto ben 86,0 punti eguagliando la propria miglior prestazione stagionale.

E’ stato ottimo anche il week-end degli Argos Mariners. Anche i bianco-celesti hanno superato gli ottanta punti.




Il Campionato di Lega

Il big-match che avrebbe potuto, forse, riaprire questo campionato, è stata una vera delusione.

Corinthia e Ophir hanno vissuto un lungo fine-settimana anonimo, arido di bonus (se si eccettuano un assist di Berardi e qualche punto extra di qua e di là) finendo per impantanarsi in un grigio 0-0 che non ha mosso di un millimetro il destino, già abbondantemente segnato, di questo Campionato di Lega 2020-2021.

I Wisemen, ancora distanti ben nove punti dalla capolista, sono stati appaiati in seconda posizione dai Dragoni di Nemedia.


I rosso-neri hanno letteralmente annichilito Zingara infliggendogli un pesantissimo 5-0.

Ad aprire le danze è stato Dusan Vlahovic, che aveva già castigato con una doppietta gli Smugglers in novembre, quando vestiva le casacche di Ophir e della Fiorentina (era la nona giornata), e che si è ripetuto quest’oggi grazie ai due goals segnati al Castellani di Empoli.

La marcia inarrestabile dei Dragoni è proseguita poi con la pregevole rete di Lorenzo Insigne che ha sbloccato la gara dell’Olimpico tra Lazio e Napoli.

Il sigillo finale lo ha messo Mario Pasalic, con una poderosa zuccata in apertura del posticipo di lunedì tra Atalanta e Sampdoria.

Una gara senza storia, dunque, grazie alla quale la Nemedia è riuscita prontamente a rilanciare la sua candidatura per lo Scudo d’Argento condannando, contemporaneamente, gli Smugglers (all’ennesimo passo falso di questo 2022) ad un campionato di retroguardia.


L’altra importante sfida del fine-settimana era quella del Conan Memorial di Tarantia.

Se la sono aggiudicata i Brythunia Barbudos che, espugnando il campo dei campioni in carica di Aquilonia, hanno aggiunto un altro mattone ad una incredibile remuntada che sta andando avanti da oltre un mese a suon di vittorie.

I giallo-neri hanno guadagnato ben sedici punti nelle ultime giornate passando dall’ottava alla quinta posizione e rosicchiando terreno, un turno dopo l’altro, a tutte le squadre che li precedevano in classifica.

I protagonisti di questo prestigioso 0-2 ai danni di Aquilonia sono stati Rafael Leao e Marko Arnautovic, che rivendichiamo quali felici intuizioni della redazione in sede di scelta delle formazioni.

Entrambi erano in ballottaggio con il “quotato” Scamacca.

Aquilonia non è stata in grado neanche di raggiungere la prima fascia-goal fermandosi a 64,0 punti.

L’unico acuto è stato quello di Tammy Abraham. Ma il rigore messo a segno dall’inglese a La Spezia è stato vanificato dalle tante insufficienze e dai cartellini gialli raccattati da diversi compagni di squadra.

Un passo indietro notevole quello dei Crusaders che, dopo l’esaltazione per il ritorno alla vittoria della scorsa settimana, hanno perso di nuovo la terza posizione a tutto vantaggio dei rivali nemediani.


La sfida per il settimo posto, che vedeva contrapposti Mariners e Steelers al Kings Road Park di Messantia, ha visto prevalere nettamente i padroni di casa.

Argos era andata sotto, colpita dagli ospiti con Traorè, ma ha poi ribaltato la situazione finendo per vincere in goleada.

La riscossa è partita con la rete del capitano Andrea Belotti, di nuovo in goal dopo il rientro.

I conti li ha chiusi l’olandese Koopmeiners che avevamo preferito al veterano Fabian Ruiz, anche lui a segno ma rimasto in panchina.

La gara si è conclusa con un roboante 4-0 fortemente penalizzante per gli ospiti che non sono riusciti a far mettere a referto neanche la rete della bandiera, penalizzati nel punteggio dalle tre reti incassate da Vicario contro la Juventus.


E’ stata senza storia, anche se il punteggio non lo direbbe, pure la gara del Tempio di Seth tra le ultime due della classe.

L’equilibrio si è rotto domenica pomeriggio con la fantastica tripletta del Cholito Simeone nel derby veneto tra Verona e Venezia che ha spianato la strada del successo a Zamora.

L’argentino non andava in rete da oltre dieci giornate.

Stygia è riuscita a limitare i danni solo per caso, grazie ad un paio di cambi rocamboleschi che hanno permesso l’ingresso in campo di Zurkowski. Il bonusgoal del polacco ha fissato il punteggio sull’1-2.




La Coppa di Lega

Ophir e Corinthia, che si sono marcate a vicenda nello scontro diretto dell’Olympic Stadium, hanno mantenuto le proprie posizioni.

I Wisemen hanno dovuto rinviare l’appuntamento col sorpasso cui avevano fatto più di un pensiero dopo gli oltre trenta punti recuperati ai Golden Shields nelle due giornate precedenti.

Al terzo posto ci sono ora gli Argos Mariners che, grazie all’ottima prestazione, sono riusciti a sorpassare di nuovo Aquilonia scalzandola dal gradino più basso del podio.




La Supercoppa di Lega

L’unica nota positiva per Ophir in questo terzo week-end consecutivo di apnea è arrivata dalla Supercoppa.

Grazie alla difesa (merito soprattutto di un Koulibaly tornato su ottimi livelli) e al cleansheet di Rui Patricio i Golden Shields sono riusciti a racimolare due punti extra mettendo ad una distanza di maggiore sicurezza i Koth Steelers, rimasti per la prima volta a bocca asciutta in questa stagione.




La classifica dei marcatori

Continua ad essere avvincente la corsa al Pugnale d’Oro 2021-2022.

La doppietta di Dusan Vlahovic contro gli Zingara Smugglers è valsa al serbo il sorpasso in classifica ai danni del suo ex compagno di squadra (e detentore del titolo) Ciro Immobile.

Alle spalle dei due contendenti hanno mosso la classifica soprattutto Lorenzo Insigne e il Cholito Simeone ma con due “fortune” opposte.

Il capitano dei Nemedia Red Dragons, autore di un solo goal, è stato premiato con una marcatura extra (e lo stesso è accaduto al Gallo Belotti, capitano degli Argos Mariners).

L’argentino, autore di una splendida tripletta, si è visto decurtare il bottino a causa dell’incapacità degli Zamora Snatchers di raggiungere la terza soglia-goal.

Le altre due reti che non abbiamo potuto tramutare in marcature utili per la nostra graduatoria sono state quelle di Traorè dei Koth Steelers e di Abraham degli Aquilonia Crusaders.



La prossima giornata

La capolista Ophir nella prossima giornata ospiterà Argos, squadra rivitalizzata dal netto successo contro gli Steelers e dal ritorno in sella del suo capitano Andrea Belotti.

Le seconde, invece, saranno impegnate entrambe in trasferta.

Corinthia andrà a far visita agli Zamora Snatchers mentre Nemedia sarà ospite della franchigia gemellata Koth.

Il big match tra Ophir e Corinthia finisce  con uno scialbo 0-0 mentre la Nemedia di Vlahovic e Insigne offre una granfe prova di forza sbaragliando gli Zingara Smugglers con un netto 5-0.

Aquilonia cercherà di riprendere in mano il proprio destino giocando per la seconda volta consecutiva in casa, questa volta contro gli Stygia Ophidians, attualmente ultimi e irrimediabilmente in declino come dimostrano le cinque sconfitte consecutive negli ultimi cinque scontri diretti contro i Crusaders.

La squadra più in forma del momento, Brythunia, farà visita agli Zingara Smugglers, la squadra in maggiore difficoltà. Da una parte la voglia dei giallo-neri di continuare a rincorrere a gran velocità le primissime posizioni. Dall’altra il bisogno degli arancio-neri di uscire da una situazione incredibile che li ha visti vincere una sola volta nelle ultime nove giornate.




E con i risultati della diciottesima giornata è tutto.

Vi lascio al consueto file excell con tutti i risultati nel dettaglio.

I risultati in excell della stagione 2021-2022

Ci sentiamo su twitter.