I risultati della quarta giornata

I risultati della quarta giornata

Sono bastati un paio di minuti scarsi a Cristiano Ronaldo per lasciare la firma su un turno dominato, com’è consuetudine, da un flusso ininterrotto di bonus, manco fossimo nella Serie A degli anni ’50. La doppietta con la quale il campione portoghese ha bagnato il suo debutto nella stagione 2020-2021 non è però stata sufficiente a garantire ai suoi Stygia Ophidians il miglior punteggio di giornata.

I giallo-cerchiati, penalizzati dal rosso dell’esordiente Martinez Quarta, sono stati beffati sul fotofinish dagli Aquilonia Crusaders di sua maestà Zlatan Ibrahimovic, vero mattatore di questo avvio di campionato.




I punteggi

Era da più di un anno che i Crociati non riuscivano a vincere in solitario una “V” nera. Lo hanno fatto in questo week-end superando di un’incollatura gli Ophidians e i sorprendenti Zingara Smugglers.

I punteggi della quarta giornata

I bianco-rossi sono riusciti nell’impresa nonostante avessimo lasciato in panchina Gervinho, Perisic e Scamacca. Con due di loro in campo al posto di Lozano e Quagliarella, Aquilonia avrebbe potuto toccare quota 90.




Il Campionato di Lega

La splendida giornata di Aquilonia non poteva non essere coronata dalla vittoria nel primo della Derby d’Hyboria della stagione e dalla conferma in vetta alla classifica del Campionato di Lega.

I vincitori dello Scudo d’Oro 2018-2019 sono partiti davvero forte quest’anno! Se alla prima giornata, sul campo degli Smugglers, la vittoria non fosse sfuggita per solo mezzo punto, ora i Crociati sarebbero a punteggio pieno.

Il risultato del Belverus Dome non deve ingannare. Aquilonia ha dominato in lungo e in largo per tutto week-end aprendo le danze con Kessiè e Ibrahimovic in Udinese-Milan per poi chiudere i giochi con i centri di Spinazzola in Roma-Fiorentina e di Jankto nel derby della Lanterna. L’assenza di Lukaku non si è fatta sentire per niente anche se ci saremmo aspettati qualcosa in più da Fabio Quagliarella, uomo quasi sempre decisivo nei derby d’Hyboria del passato.

Il 2-3 finale è frutto del fattore campo e di una prova arcigna dei Dragoni che, pur senza brillare, si sono confermati squadra coesa e dal rendimento mediamente affidabile. Nemedia, orfana del capitano Lorenzo Insigne, ha portato a casa il bonus da porta inviolata con Mirante e il bonus da vice-capitano con Lorenzo Pellegrini. La difesa dei rossoneri, trascinata dai buoni voti di Ibanez e Augello, ha messo in cascina un punto extra mentre Malinovskyi ha portato il suo contributo alla causa con un assist in Crotone-Atalanta.

Nel posticipo del Bentegodi Kalinic e Caprari avrebbero potuto guidare la rimonta. Ma il croato, che pur ha giocato molto bene (7 in pagella per l’ex Zamora), è stato fermato da un legno nella ripresa, mentre l’ex Corinthia e Argos, dopo il bell’assist a Lapadula, ha rimediato un cartellino rosso che ne ha condizionato irrimediabilmente la pagella.

Alle spalle di Aquilonia, un po’ a sorpresa, troviamo i Koth Steelers, alla terza vittoria in quattro gare. I grigio-azzurri hanno sconfitto gli Argos Mariners in una partita tiratissima finita 3-2.

I padroni di casa hanno colpito durante gli anticipi di sabato con il capitano Joao Pedro e Louis Muriel (doppietta per il colombiano). Gli ospiti hanno provato a rimontare domenica con le reti di Belotti e Morata ma non ce l’hanno fatta. Le speranze dei bianco-celesti sono naufragate sul pallone spedito in orbita a porta vuota dall’esordiente Damsgaard nel derby della Lanterna.

La Korshemish Arena si conferma, dunque, campo impossibile per i Mariners che non riescono a vincere qui da ben tre anni.

A quota sei, insieme a Mariners e Red Dragons, sono rimasti incagliati anche Wisemen e Barbudos, entrambi sconfitti a sorpresa a domicilio da Golden Shields e Smugglers.

I campioni di Corinthia, dopo esser passati in vantaggio con Milinkovic-Savic, hanno subito la rimonta di Ophir. La vittoria degli Scudati (1-2) porta la firma di Pedro, Lapadula e Locatelli.

Gli ospiti, privi di Ciro Immobile (quando abbiamo reso pubbliche le nostre scelte di formazione il capocannoniere della Lazio sembrava non dovesse essere disponibile per la trasferta di Torino), hanno così mosso finalmente la classifica rimuovendo quell’odioso “0” dalla propria casellina.

Per i padroni di casa, campioni d’Hyboria in carica, si tratta di una brutta battuta d’arresto. Fa riflettere soprattutto l’involuzione di un Osimhen che, dopo un avvio convincente, ora sembra un po’ smarrito. Le uniche note positive per i bianco-verdi arrivano dalla trequarti col solito Mhkitaryan, giocatore che rappresenta una vera e propria garanzia, e con un ritrovato Chiesa (l’esterno d’attacco della Juventus ha rimediato un ottimo 6,5 nella gara di Cesena contro lo Spezia). Da segnalare anche la rete di Rodrigo De Paul, giocatore lasciato in panchina in questo turno ma che conferma la sua grande affidabilità.

Brythunia si è fatta battere in casa, contro ogni pronostico, dagli Zingara Smugglers, anch’essi come Ophir al primo trionfo stagionale.

Il netto 1-3 con il quale gli arancio-neri si sono imposti al Monumental porta le firme di Soriano, Bremer e di un implacabile Felipe Caicedo.

Il goal della bandiera dei padroni di casa porta la firma di Smalling, che ha trascinato la difesa giallo-neri alla conquista del primo punto extra stagionale e di Sottil, che ha portato a casa, all’esordio, un buon assist.

La quinta squadra di questa mega ammucchiata in terza posizione a quota 6 è la Stygia.

Gli Ophidians hanno letteralmente fatto a brandelli Zamora. Al Tempio di Seth è finita 4-0 grazie alla doppietta del redivivo Cristiano Ronaldo e alle reti di Barrow (doppietta per il gambiano) e Rabiot, subentrati un po’ fortunosamente dalla panchina a seguito dei forfait last-minute di Caputo a Djuricic.

Letteralmente impalpabile la prova degli ospiti.




La Coppa di Lega

Nonostante i risultati avversi in Campionato (ma è principalmente questione di sfortuna) Argos continua la sua corsa solitaria in vetta alla classifica di Coppa mantenendo un discreto distacco sulle inseguitrici.

Alle spalle dei bianco-celesti c’è Aquilonia, attardata di 26 punti. Seguono Nemedia e Stygia.




La Supercoppa di Lega

Stesso discorso vale per la Supercoppa. Anche in questo caso Argos continua a rimanere al comando e a preservare un ottimo vantaggio su chi insegue.

In questo caso al secondo posto troviamo l’ottima Nemedia che ha già messo a referto ben 7,5 punti bonus in queste prime quattro giornate grazie soprattutto ad una difesa capace di tenere costantemente buone medie.




La classifica dei marcatori

La classifica dei Marcatori vede ancora in testa il Gallo Belotti che è salito a quota 6 mantenendo a distanza Zlatan Ibrahimovic.

A completare il podio troviamo il sorprendente Augello che è riuscito ad usufruire per la terza volta (in sole quattro giornate) di una marcatura extra. Stessa sorte per il suo compagno di franchigia Lorenzo Pellegrini, per la terza volta sul tabellino pur senza aver segnato mai.

La terza marcatura extra che abbiamo potuto attribuire questa settimana è andata a Smalling. Il suo 7 in pagella è stato decisivo per il punto extra difensivo conquistato dai Barbudos nella sfida casalinga contro gli Smugglers.

Tre sono stati anche i bonus goal che non abbiamo potuto convertire in marcature utili alla nostra classifica dei cannonieri: si tratta di una delle reti di Ronaldo (Stygia) e di quelle di Locatelli (Ophir) e di Jankto (Aquilonia).




La prossima giornata

La prossima giornata vedrà la capolista Aquilonia ospitare i Brythunia Barbudos. I padroni di casa sperano di recuperare per la sfida Romelu Lukaku, ma la presenza del belga non è per niente scontata.

I Koth Steelers faranno visita ai campioni in carica di Corinthia ritrovando lo spietato l’ex Duvan Zapata.

Molto interessante la sfida del Kings Road Park tra Argos e Nemedia, con i padroni di casa che, sfruttando il fattore campo, potranno schierare di nuovo il tridente al completo.

La Stygia di Cristiano Ronaldo farà visita agli Zingara Smugglers in una trasferta che riporta alla mente quella che qualche mese fa costò agli Ophidians lo Scudo d’Oro. Fu proprio la sconfitta patita sul campo degli arancio-neri alla trentatreesima giornata della scorsa stagione a far perdere la vetta solitaria a Cr7 e compagni spianando la strada a Corinthia.

I quadro si chiuderà con ZamoraOphir, partita nella quale si affronteranno quelle che sono attualmente le due squadre che occupano l’ultima posizione in classifica.




E con i risultati della quarta giornata è tutto.

Vi lascio al consueto file excell con tutti i risultati nel dettaglio…

Risultati in excell 2020-2021

…e al video con tutte le reti di questo week-end di Serie A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.