Le formazioni della terza giornata

Terza giornata: le formazioni

Ed eccoci alla prima di tre giornate che si apriranno stasera con Sassuolo-Empoli per poi concludersi lunedì primo ottobre con Sampdoria-Spal. Nove i punti potenzialmente in palio e classifica che, al termine di questo vero e proprio tour de force, potrebbe essere già molto ben delineata. Le consegne di formazione del venerdì non mi hanno mai entusiasmato ma tant’è, noi siamo pronti, come sempre.

Apriamo con la sfida della Korshemish Arena tra gli Steelers e i Crusaders.

Koth, rinfrancata dalla prima vittoria in Campionato ottenuta domenica scorsa ai danni di Zingara, si prepara a ricevere i rivali aquiloniani (gli Steelers sono gemellati con i Red Dragons) con un 4-3-1-2 che prevede un paio cambi di formazione rispetto alla settimana scorsa. A centrocampo toccherà a Stulac rilevare l’infortunato Sami Khedira. In attacco Stepinski sostituirà Kouamè andando ad affiancare il grande ex di giornata Bobby Inglese. Alle spalle dei due agirà come trequartista Joao Pedro finalmente rientrato dopo la lunga squalifica per doping. Avete scelto voi il brasiliano dopo un acceso Hyballottaggio su twitter col veterano Antenucci, ancora a secco in questa stagione ed impegnato nella difficilissima trasferta di Firenze. Confermato in porta Audero. Fiducia in blocco a tutta la difesa nonostante la prestazione non entusiasmante della settimana scorsa e i probabili turnover di Kolarov e Bonucci coperti in panchina da Danilo e Palomino.

4-3-2-1 per Aquilonia che proverà a mantenere il contatto con il vertice della classifica puntando su nove degli undici uomini che hanno ottenuto il prezioso pareggio casalingo contro gli Zamora Snatchers. Unica differenza rispetto al 2-2 di Tarantia è rappresentata dal rientro tra i titolari di Gian Marco Ferrari al posto di Samir. Abbiamo a lungo meditato sulla possibilità di lanciare Zaza dal primo minuto ma alla fine abbiamo optato per una conferma totale del tridente d’attacco. L’onere dei bonus pesanti graverà, dunque, sulle spalle di Callejon, Gervinho e Quagliarella. In porta esordio per l’ex Ophir Golden Shields Mattia Perin candidato a concedere un turno di riposo a Szczesny.

Logo Koth Steelers Logo Aquilonia Crusaders
4-3-1-2 4-3-2-1
Audero
Kolarov C
Bonucci
Vitor Hugo
Calabria
Biglia vC
Leiva
Stulac
Joao Pedro
Stepinski
Inglese
Perin
Bereszynski
Izzo
vC Romagnoli
Ferrari G
Kessiè
Behrami
C Lulic
Callejon
Gervinho
Quagliarella
Panchina: Rafael C, Gollini, Berisha E, Danilo, Palomino, Marlon, Pisacane, Obi, Magnanelli, Castillejo, Ciano, Antenucci, Kouamè, Santander. Panchina: Szczesny, Gomis, Samir, D’Ambrosio, Caceres, Lirola, Jankto, Ionita, Badelj, Ilicic, Kluivert, Zaza, La Gumina, Cerri, Pucciarelli.

Match di cartello quello di Belvero tra i sorprendenti Red Dragons e gli Ophidians campioni in carica.

Nemedia indosserà l’abito buono per provare a dare l’assalto alla vetta. Uno spregiucatissimo 4-2-3-1 con Giaccherini, Calhanoglu, Insigne e Defrel in campo contemporaneamente. Basterà per scardinare l’unica difesa del nostro fantacalcio ancora imbattuta? Vedremo. A centrocampo tornerà Vecino che farà coppia con Krunic. Difesa confermata in blocco dopo il successo di Akbitana. Idem per Sorrentino tra i pali.

Stygia andrà in campo con più prudente 4-3-1-2. La formazione che ha sconfitto a domicilio gli Ophir Golden Shields sarà confermata per otto undicesimi. Le tre novità sono rappresentate dal ritorno degli infortunati Mauro Icardi e Javier Pastore e dall’impiego di Barella al posto di Matuidi. Fuori Under e Pavoletti. Grande attesa per la prestazione di Cristiano Ronaldo in quel di Frosinone, contro la seconda difesa più bucherellata della nostra Serie A. Difficilmente l’asso portoghese rimarrà a secco.

Logo Nemedia Red Dragons Logo Stygia Ophidians
4-2-3-1 4-3-1-2
Sorrentino
Moretti
Fazio
Spolli vC
Nuytinck
Vecino
Krunic
Giaccherini
Calhanoglu
Insigne C
Defrel
Sepe
Alex Sandro
vC Albiol
Skriniar
Srna
Benassi
Barella
Pastore
Boateng
Ronaldo
C Icardi
Panchina: Seculin, Terracciano, Wallace, De Maio, Hateboer, Basta, Bastos, Schiattarella, Pasalic, Pellegrini, Cigarini, Sensi, Keita, Babacar, Teodoroczyk. Panchina: Frattali, Consigli, Bruno Alves, Aina, Andreolli, Ceccherini, Matuidi, Soriano, Laxalt, Barak, Under, Suso, El Shaarawy, Pavoletti, Destro.

Delicata la sfida di Ianthe con i Golden Shields costretti a vincere per dare una scossa alla propria stagione e i Barbudos intenzionati a non mollare un centimetro dopo il prezioso successo contro gli Smugglers. Due pareggi e tanto spettacolo nei due precedenti dell’anno scorso al Red River Bridge (4-4 alla seconda giornata e 2-2 alla ventesima).

Ophir in campo con un 4-3-1-2 quasi identico a quello che ha perso malamente in casa contro Stygia. L’unica novità riguarderà il tridente con il ritorno del vice-capitano Diego Perotti che andrà alla ricerca dei primi bonus pesanti della stagione insieme ad Immobile e Simeone. Confermati i tre di centrocampo, i difensori e il portiere. Questo perché riteniamo che i pessimi risultati ottenuti dalla franchigia dello scudo nelle prime due giornate siano più il frutto di una serie di coincidenze che un problema di uomini. Brozovic pare a rischio turnover. In caso, pronto a sostituirlo, uno tra Baselli e Bessa.

Brythunia risponderà con un modulo del tutto speculare. Bernardeschi sarà l’unico trequartista alle spalle di Dzeko e Piatek. Panchina sia per il Papu Gomez che per Jack Bonaventura. Abbiamo infatti preferito un centrocampo a tre con il vice-Capitano Allan e i due juventini Pjanic ed Emre Can impegnati nella invitante trasferta di Frosinone. In difesa Asamoah prenderà il posto di Toloi, mentre tra i pali tornerà Lafont che ha recuperato molto velocemente dall’infortunio di tre settimane fa.

Logo Ophir Golden Shields Logo Brythunia Barbudos
4-3-1-2 4-3-1-2
Olsen
Criscito
de Vrij
Koulibaly
Benatia
Barreto
Dzemaili
Brozovic
Perotti vC
Immobile C
Simeone
Lafont
Larsen
N’koulu
Asamoah
Rodriguez R
Pjanic
vC Allan
Emre Can
Bernardeschi
Dzeko
Piatek
Panchina: Mirante, Scuffet, Musso, Mario Rui, Andersen, Murru, Ferrari A, Dalbert, Baselli, Bessa, Sandro, Mertens, Ramirez, Farias, Caputo. Panchina: Dragowsky, Ospina, Toloi, Caldara, Karsdorp, Castro, Rog, Faragò, De Roon, Papu Gomez C, Bonaventura, Eysseric, Petagna, Ciofani.

Gli Snatchers vice campioni proveranno a ripartire dopo la frenata di domenica scorsa in Aquilonia. Di fronte avranno i Wisemen fermi al palo e tanto bisognosi di fare punti.

Zamora, ancora a corto di difensori certi del posto da titolare, dovrà di nuovo rinunciare a Radja Nainggolan. Rinviato il varo di quel 4-4-2 A che dovrebbe essere il modulo fisso. Tra il belga e il suo compagno dell’Inter Perisic, voi di twitter avete votato per quest’ultimo. Il progressivo recupero di Cacciatore lascia bene sperare per il futuro. Tuttavia, per tutelare una delle squadre più accreditate nella corsa al titolo, preferisco andare sul sicuro evitando il rischio dell’inferiorità numerica. Con Perisic, in avanti, avremo come al solito Mandzukic e Higuain. Si rivedrà a centrocampo il capitano De Rossi, mentre in difesa saranno confermati i quattro di domenica scorsa con Cancelo e Florenzi a rischio turnover ma sono adeguatamente coperti in panchina grazie alla flessibilità di un modulo, il 4-3-1-2, facile da cambiare in corsa.

Corinthia tornerà all’antico col doppio trequartista alle spalle di un unica punta. A Berardi e De Paul (quest’ultimo scelto da voi followers di twitter in un doppio Hyballottaggio all’ultimo voto con il compagno dell’Udinese Kevin Lasagna) il compito di supportare l’inamovibile Arek Milik. Staffetta a centrocampo staffetta con Duncan che tornerà titolare a svantaggio di Cristante. Chance in difesa per Felipe e Silvestre, preferiti a Musacchio e all’infortunato De Silvestri. In porta ci sarà naturalmente Sirigu.

Logo Zamora Snatchers Logo Corinthia Wisemen
4-3-1-2 4-3-2-1
Strakosha
Florenzi
Gagliolo
Masiello vC
Cancelo
Veretout
De Rossi C
Romulo
Perisic
Higuain
Mandzukic
vC Sirigu
Silvestre
Milenkovic
Pezzella Ger
Felipe
C Parolo
Duncan
Milinkovic-Savic
Berardi
De Paul
Milik
Panchina: Proto, Cragno, Cacciatore, Abate, Miranda, Lemos, Djourou, Reca, Zielinski, Fofana, Lazovic, Bentancur, Nainggolan, Birsa, Falcinelli. Panchina: Ichazo, Sportiello, Hysaj, Musacchio, Lykogiannis, Cristante, Bakayoko, Linetty, Verdi, Candreva, Lasagna, Zapata D, Kownacki, Caprari.

Il quadro della giornata sarà completato dall’atteso derby del mare tra Smugglers e Mariners.

Zingara è sempre alle prese con problemi di infermeria. Adesso si è fermato anche Iago Falque. La situazione, sia in attacco che in difesa, è imbarazzante. Ancora una volta siamo costretti a schierare una punta che sicuramente non partirà dal primo minuto. La scelta è caduta su Barrow, unico dei cinque in rosa (quattro se Lautaro Martinez non dovesse recuperare del tutto) con qualche chances di giocare almeno uno spezzone di partita. Primo panchinaro sarà Caicedo. Sulla trequarti avremo Chiesa e Luis Alberto. In caso di turnover dello spagnolo, pronto a subentrargli dalla panchina Juan Cuadrado. I soliti problemi della linea difensiva (Zukanovic potrebbe aver perso il posto da titolare a vantaggio di Gunter) rendono la situazione molto fluida. Probabile che ci si ritrovi costretti al cambio modulo automatico con una folta schiera di centrocampisti pronti a subentrare per tappare un’eventuale falla nella retroguardia.

Problemi anche per Argos che ha perso Radu per infortunio e Douglas Costa per squalifica. Il modulo prescelto è il 4-3-2-1 con i Mariners che aspettano dei segnali positivi da Paulo Dybala. L’argentino agirà insieme a Politano alle spalle di Belotti. Il sostituto di Radu in difesa sarà Thiago Cionek. Il centrocampo a tre, molto fragile, sarà composto da Kurtic, Mandragora e N’Zonzi. Se il romanista non dovesse giocare dalla panchina potrebbe subentrargli Diawara.

Logo Zingara Smugglers Logo Argos Mariners
4-3-2-1 4-3-2-1
Donnarumma vC
Biraghi
Chiellini
Zukanovic
Dijks
Hamsik C
Freuler
Lazzari
Luis Alberto
Chiesa
Barrow
Handanovic
Cionek
Acerbi
Manolas
Marusic
N’Zonzi
Mandragora
Kurtic
Politano
Dybala
C Belotti
Panchina: Reina, Marchetti, Rugani, Juan Jesus, Djidji, Costa F, Gagliardini, Praet, Radovanovic, Hetemaj, Cuadrado, Caicedo, Martinez L, Thereau, Matri. Panchina: Padelli, Skorupski, Colley, Gonzalez, Troost Ekong, Klavan, Diawara, Ruiz, Borja Valero vC, Schick, Sau, Floccari.

Ed è tutto per le formazioni della terza giornata.

Vi ricordo che potrete seguire la vostra franchigia del cuore sul live twitting #TwittaHyboriaMinutoperMinuto, il racconto bonus su bonus, malus su malus, di tutto il nostro fantacalcio.

Appuntamento quindi su twitter a cominciare da domani pomeriggio con Parma-Cagliari (stasera lavorerò).

Buona Serie A, buona Hyboria League e buon fantacalcio a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.