Quattordicesima giornata: le formazioni

E’ il giorno del big match. Parliamo di Juventus – Inter? Anche! Il derby d’Italia sarà un partitone ma quello che c’è in palio al King Road Park di Messantia in questo mondo parallelo chiamato Hyboria League ha la madesima importanza. La ex capolista Argos (23 punti) ospiterà la neo-capolista Stygia (24 punti). All’andata i Mariners si imposero con un perentorio 0-2 e quella fu l’ultima sconfitta per gli Ophidians. Decisiva fu la doppietta di Lucas Castro.

El Pata questa volta mancherà, vittima di un infortunio che non gli consentirà di tornare in campo prima di febbraio. E molto probabilmente tra le file dei padroni di casa, come al solito alle prese con mille problemi nel reparto avanzato, mancherà anche il suo più illustre connazionale Paulo Dybala. Pare oramai scontato che Allegri decida di far accomodare in panchina La Joya, eventualità che avrebbe dovuto spingerci a rivoluzionare l’attacco di Argos se avessimo avuto delle alternative. Invece, alla fine, riproporremo paro paro i tre che hanno giocato il derby contro Zingara. Coppia di punte composta da Belotti e Schick (il romanista potrebbe partire titolare o comunque giocherà sicuramente uno spezzone di partita). Alle loro spalle ci sarà Dybala che, se non dovesse entrare, sarà comunque coperto dal compagno di club Douglas Costa (decisivi in questo caso i pareri dei colleghi su twitter). In difesa turno di riposo per Radu. Abbiamo deciso di scommettere su Widmer e sull’ottimo momento dell’Udinese impegnata in casa contro il Benevento.

Esattamente opposta la situazione degli Stygia Ophidians che, soprattutto nel reparto avanzato, godono di un’abbondanza che non ha pari in nessuna delle altre franchigie. Abbondanza difficile da gestire soprattutto in trasferta con le limitazioni di modulo che il regolamento impone. La tentazione di schierare Paloschi dal primo minuto al fianco di Icardi rinunciando ad un trequartista ha dominato l’intera serata di ieri e anche questa mattina. Nel dibattito su twitter ha raccolto anche qualche consenso. Sembrava senza dubbio l’opzione più promettente visto il calendario ma alla fine abbiamo preferito non stravolgere l’impostazione di una squadra che, anche grazie alle giocate dei suoi trequartisti, ha raccolto ben venti punti nelle ultime otto partite. In campo allora El Shaarawy e Suso. Per Paloschi solo panchina. La difesa tornerà a quattro anche se è probabile che Alex Sandro non giochi. Nel centrocampo a 3 il ballottaggio tra Badelj e Matuidi per l’ultima maglia si è risolto a favore del francese. In porta abbiamo optato per Consigli vista la difficile trasferta di Sportiello.

4-3-1-2 4-3-2-1
Handanovic
Widmer
De Vrij
Manolas
Marusic
Borja Valero vC
Torreira
Spinazzola
Dybala
Belotti C
Schick
Consigli
Alex Sandro
vC Albiol
Skriniar
Andreolli
Matuidi
Barak
Benassi
Suso
El Shaarawy
C Icardi
Panchina: Padelli, Gomis, Radu, Emerson Palmieri, Gamberini, Gonzalez, Paletta, Obi, Diawara, Douglas Costa, Karamoh, Cornelius, Floccari, Sau Panchina: Pegolo, Sportiello, Dragowsky, Martella, Regini, Barreca, Gentiletti, Cristante, Badelj, Verdi, Cerci, Paloschi, Pavoletti, Destro, Melchiorri

La seconda sfida che andiamo a presentare è quella di Pirogia tra Barbudos e Smugglers (all’andata 2-1 per gli arancioneri).

Per Brythunia abbiamo deciso di confermare quasi in toto la formazione della vittoria contro Aquilonia. Due soli cambi: gli atalantini Toloi e De Roon torneranno titolari al posto di Burdisso e Buchel (autori comunque di ottime prestazioni contro i Crusaders). In attacco il solito tridente Bonaventura, Papu Gomez, Dzeko.

Zingara tornerà ad un 4-4-2 A da trasferta. Dopo cinque giornate riproporremo il tandem HiguainThereau. Larghi sulla linea di centrocampo Chiesa e Cuadrado che ha vinto il ballottaggio con Iago Falque. I colleghi di twitter sono stati decisivi esprimendosi tutti in favore del colombiano. In difesa tornerà Chiellini titolare al posto di Juan Jesus.

4-3-2-1 4-4-2 A
Alisson
Rodriguez R
N’Koulu
Toloi
Peluso
Pjanic
Allan
De Roon
Bonaventura
Papu Gomez C
Dzeko
vC Donnarumma G
Biraghi
Chiellini
Zukanovic
Caracciolo
C Hamsik
Freuler
Chiesa
Cuadrado
Higuain
Thereau
Panchina: Skorupski, Nicolas, Burdisso, Gobbi, Barzagli, Gaspar, Buchel, Cisbah, Mora vC, Rog, Bernardeschi, Eysseric, Trotta, Pellissier, Galabinov Panchina: Donnarumma A, Brignoli, Belec, Rugani, Juan Jesus, Moreno, Lazzari, Praet, Gagliardini, Radovanovic, Hatemaj, Iago Falque, Matri, Caicedo, Palombi

Tra le inseguitrici di Argos e Stygia sono i Wisemen ad avere sulla carta l’impegno più difficile. Solo sulla carta però, perché i Red Dragons, già provati da vari infortuni, questa settimana perderanno anche la loro stella più brillante, ovvero Lorenzino Insigne.

Nel preparare la formazione di Nemedia abbiamo allora predisposto un tandem d’attacco composto da Falcinelli Maxi Lopez, quest’ultimo autore di una doppietta nella gara d’andata persa ad Akbitana dai rossoneri per 4-3. Alle loro spalle abbiamo impostato un centrocampo solido a quattro in cui torneranno titolari il romanista Nainggolan e l’interista Vecino. Seconda apparizione nell’undici di partenza per Andrea Costa del Benevento in difesa.

Per Corinthia torna l’albero di Natale da trasferta: tridente con Berardi (ennesima chance per il fantasista del Sassuolo che si ritroverà titolare solo perché ad Oddo non fa giocare De Paul), Candreva e Lasagna. In difesa abbiamo preferito Danilo a Pezzella, mentre il terzo di centrocampo, accanto agli inamovibili Parolo e Milinkovic-Savic, sarà Donsah.

4-4-2 4-3-2-1
Reina
Bastos
Bonucci C
Fazio
Costa A
Vecino
Cigarini
Nainggolan vC
Pellegrini
Maxi Lopez
Falcinelli
Sirigu
De Silvestri
C Astori
Caldara
Danilo
Donsah
vC Parolo
Milinkovic-Savic
Candreva
Berardi
Lasagna
Panchina: Sepe, Sorrentino, Basta, Wallace, Nuytinck, Moretti, Cancelo, Laxalt, Schiattarella, Eder, Insigne, André Silva, Coda, Niang Panchina: Cordaz, Milinkovic V, Festa, Hysaj, Pezzella Ger, Musacchio, Ajeti, Castagne, Duncan, Acquah, Rohden, De Paul, Joao Mario, Caprari, Pazzini

Neanche il compito di Ophir potrebbe essere molto agevole. Nel mettere in campo l’undici della franchigia dello scudo che all’andata seppellì i Crusaders con un perentorio 0-5 abbiamo avuto però a che fare con due dubbi riguardanti i romanisti Strootman e Perotti. Di Francesco con tutte queste rotazioni ci sta creando non pochi problemi quest’anno. Alla fine abbiamo optato per un 4-2-3-1 con Ramirez, Perotti e Mertens dietro a Ciro Immobile. I due romanisti saranno abbondantemente coperti in panchina in caso di turnover.

Per Aquilonia invece modulo praticamente sempre uguale e undici di base con poche modifiche, perlopiù concentrate a centrocampo reparto in cui, come di consueto, alterniamo Viviani, Kessié, Veloso, Ionita e Marchisio lasciando il posto fisso e garantito solo per Lulic. Il laziale, vice-Capitano, anche questa settimana avrà il compito di rincorrere il bonus da mezzo punto vista l’assenza forzata di capitan Buffon. In difesa il ballottaggio tra D’Ambrosio e De Sciglio se l’è aggiudicato il terzino della Juventus. Decisivi i pareri dei colleghi di twitter.

4-2-3-1 4-3-2-1
Perin
Murru
Benatia
Koulibaly
Romulo
Strootman C
Jankto
Ramirez
Perotti vC
Mertens
Immobile
Szczesny
Bereszinsky
Samir
Silvestre
De Sciglio
Kessié
Viviani
vC Lulic
Ilicic
Callejon
Quagliarella
Panchina: Viviano, Lamanna, Puggioni, Letizia, Mario Rui, Di Chiara, Dalbert, Brozovic, Baselli, Barreto, Taider, Farias, Perica, Puscas, Simeone Panchina: Mirante, Da Costa, D’Ambrosio, Cannavaro, Lirola, Van der Wiel, Ionita, Veloso, Marchisio, Felipe Anderson, Bessa, Budimir, Inglese, Pucciarelli

Il compito più facile dovrebbe essere sulla carta quello di Zamora. Gli Snatchers ospiteranno il fanalino di coda Steelers con il solito e collaudatissimo 4-4-2 A. Mandzukic tornerà al suo posto rilevando Petagna. A centrocampo, a sostituire capitan De Rossi che dovrà scontare il secondo turno di squalifica, avremo Zielinski e non Gonalons. In difesa, visto il turnover di Florenzi e i dubbi sull’impiego di Caceres abbiamo deciso di proporre Masiello e Cacciatore.

A lungo abbiamo pensato di schierare Koth con un modulo speculare ma i tanti dubbi legati alla possibilità di reggere una difesa a 4 (i due pilastri Acerbi e e Kolarov sono entrambi in forse) ci hanno fatto desistere. Posto allora per un solo trequartista, ovvero Joao Pedro. Panchina sia per Ljajic che per Politano. Le punte saranno due: a fianco al solito Zapata troverà posto Antenucci che ha vinto nettamente il ballottaggio su twitter per affiancare il colombiano. In porta ci sarà Bizzarri. In difesa si vedrà per la prima volta titolare Goldaniga.

4-4-2 A 4-3-2-1
Strakosha
Cacciatore
Masiello vC
Miranda
Izzo
Veretout
Zielinski
Birsa
Perisic
Mandzukic
Kalinic
Bizzarri
Bruno Peres
C Acerbi
Kolarov
Goldaniga
Jorginho
Khedira
Bertolacci
Joao Pedro
Antenucci
Zapata D
Panchina: Vargic, Florenzi, Asamoah, Caceres, Heurtaux, Masina, Abate, Gonalons, Fofana, Lazovic, Bentancour, Palacio, Ciciretti, Petagna, Meggiorini Panchina: Scuffet, Berisha, Pisacane, Palomino, Dainelli, Vitor Hugo, Bonifazi, Biglia vC, Missiroli, Rizzo, Politano, Ljajic, Saponara, Borriello, Babacar

E ce l’abbiamo fatta pure oggi.

Grazie ancora a tutti quelli che ci hanno dato qualche consiglio su twitter e anche a quelli che non hanno risposto perché erano sicuramente impegnati in altre cose belle. Magari stavano facendo l’albero o i regali.

.

Buon derby d’Italia, buona Serie A e buona Hyboria League a tutti quanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.