La giornata con la quale si è aperta la seconda metà della nostra stagione ha visto la vittoria di tutte e tre le prime squadre in classifica.

Tre vittorie che hanno contribuito a sgranare ulteriormente la classifica di un campionato che, oltre alla prima posizione, comincia a delinearsi in maniera netta anche per quanto riguarda tutta la zona podio.


I punteggi

La migliore prestazione di questa tornata è stata quella dei Corinthia Wisemen.

I bianco-verdi hanno conquistato la terza “V” nera stagionale sfondando quota ottanta, esattamente come due settimane fa.




Il Campionato di Lega

Proprio i Wisemen di mister Dario Cirillo hanno ottenuto il successo più largo e importante di questa giornata.

I bianco-verdi erano contrapposti ai Nemedia Red Dragons, un avversario temibile e posto di fronte all’ultima possibilità di riavvicinare in maniera sostanziale la zona alta della classifica.

La partita è stata davvero spumeggiante.

Corinthia ha rintuzzato l’iniziale vantaggio ospite firmato da Ibanez con un doppio assist del solito Paulo Dybala (uno dei quali servito proprio al compagno di squadra romanista).

La doppietta di Osimhen in quel di La Spezia sembrava aver definitivamente lanciato verso il successo i Wisemen che, però, hanno cominciato a vacillare dopo le due reti del ritrovato Dusan Vlahovic nell’ultimo posticipo del martedì sera.

Ma l’uno-due del serbo ha solo illuso la Nemedia. La partita, infatti, si è conclusa sul 4-2 per i padroni di casa.

A premiare Corinthia è stata la totale assenza di insufficienze, l’ottima prestazione della difesa che, ben guidata da Bremer, ha conquistato un punto extra, e il cleansheet di Vanja Milinkovic-Savic.


Continua il momento positivo degli Zingara Smugglers che hanno sconfitto per 2-1 i Koth Steelers in un altro importante scontro di alta classifica.

Grazie a questo risultato gli arancio-neri hanno spedito a -5 gli avversari, tra i più quotati aspiranti ad un piazzamento a podio.

Ad aprire le danze è stato Strefezza nell’anticipo di sabato tra Cremonese e Lecce.

Per l’italo-brasiliano è la terza rete nel nostro fantacalcio.

A chiudere il discorso ha poi pensato il capitano Lautaro Martinez, decisivo nel derby domenicale tra Inter e Milan e nuovo capo-cannoniere della nostra Lega.

Koth, il cui attacco è rimasto completamente all’asciutto (Orsolini sedeva in panca perché gli avevamo preferito Boga e Zaccagni) è riuscita solo ad accorciare le distanze con Kostic.

La vittoria ha fatto anche passare in secondo piano l’esordio non positivo del neo-acquisto Hojlund (5,5).

Per schierare titolare il danese avevamo deciso di lasciare in panchina il buon vecchio Manolo Gabbiadini, autore di una doppietta in Monza-Sampdoria che avrebbe potuto rendere molto più rotondo il successo dei padroni di casa.


E’ stato un brutto derby dell’Est.

Né i Barbudos, né gli Snatchers sono riusciti a trovare la via del goal e, come spesso accade in queste situazioni, a fare la differenza sono stati i dettagli.

A spuntarla, manco a dirlo, è stata la capolista Brythunia, che ci ha ormai abituato a queste vittorie sul filo di lana.

La squadra giallo-nera ha risposto compatta alle evidenti difficoltà dell’attacco (è la terza giornata consecutiva senza goal per un Leao partito inspiegabilmente fuori nella stracittadina di Milano) collezionando pagelle positive e facendo mettere a referto ben tre punti extra.

Il cleansheet di Meret, il bonus capitano conquistato dal solito Chris Smalling e il punto extra ottenuto dalla difesa hanno fatto lievitare il punteggio dei Barbudos che è andato ben oltre la prima fascia-goal casalinga. Ciò ha consentito ai giallo-neri di imporsi per 1-0.

Sono altri tre punti che pesano come macigni sulla classifica. Fondamentali sia per come sono arrivati, sia perché contribuiscono a tenere ancora ad una considerevole distanza sia Zingara che Corinthia, le due inseguitrici più prossime.


E’ arrivata davvero sul filo di lana la vittoria dei campioni in carica di Ophir ai danni della Stygia, cenerentola di questo torneo 2022-2023.

I padroni di casa erano passati in vantaggio con un calcio di rigore di Kvaratskhelia.

Gli Ophidians avevano risposto al +3 del georgiano con il ritorno al goal di Andrea Petagna.

Alla fine il fattore campo ha regalato il successo ai Nero-Scudati che hanno superato la seconda fascia-goal casalinga grazie al cleansheet di Rui Patricio e al punto extra conquistato dalla difesa.

I padroni di casa sono arrivati a 70,5 punti e, pur sopravanzando di sola mezza lunghezza gli avversari, hanno conquistato l’intera posta in palio imponendosi col punteggio di 2-1.

Grazie a questa vittoria Ophir ha agganciato Koth in quarta posizione. La zona podio non è vicinissima, ma non è neanche un miraggio troppo lontano visto che ci sono ancora diciassette partite da giocare. Certo, pensare di poter raggiungere una medaglia offrendo questo tipo di prestazioni è pura utopia.


L’ultima partita che vi raccontiamo di questo week-end è quella giocatasi al Kings Road Park di Messantia tra Mariners e Crusaders.

Una sfida all’ultimo bonus che ha visto partire alla grande gli ospiti e poi rimontare i padroni di casa.

I Crusaders sono andati in doppio vantaggio sabato grazie alle reti di Baschirotto e di un sempre più determinante Tammy Abraham.

I padroni di casa sono riusciti a risalire la china, prima grazie alla rete dell’austriaco Posch in Fiorentina-Bologna, e poi grazie al calcio di rigore messo a segno da Pessina al 99° di Monza-Sampdoria.

Un 2-2 entusiasmante, per come arrivato, ma che non fa contento nessuno.

Sia Argos che Aquilonia rimangono, infatti, molto lontani dalla zona che conta. Risalire la classifica sarà molto difficile.




La Coppa di Lega

C’è stato un cambio al vertice in Coppa di Lega.

L’ex capolista Brythunia ha dovuto cedere il passo ai Corinthia Wisemen di mister Cirillo, capaci di rimontare gli oltre cinque punti che li dividevano dalla vetta sette giorni fa.

Si sgomita forte alle spalle delle due squadre in fuga.

Nemedia, Koth e Zamora sono praticamente appiccicate e continuano ad avvicendarsi settimanalmente sul terzo gradino del podio. Questa volta il posto d’onore tocca ai Red Dragons che sono riusciti a passare dalla quinta alla terza piazza mettendo a segno la seconda miglior prestazione della giornata.




La Supercoppa di Lega

Si rinforza in Supercoppa, invece, il primato della Brythunia, che ha messo altri quattro punti tra sé e Zamora.

Gli Snatchers hanno sofferto una battuta d’arresto e si sono fatti agganciare in seconda posizione dagli Aquilonia Crusaders.

Poco o nulla si muove alle spalle delle prime tre. Tutte le altre franchigie rimangono molto lontane e nessuna sembra essere in grado di fare il salto di qualità necessario proporsi quale pretendente alla zona podio.




La classifica dei marcatori

Il nuovo padrone della nostra classifica dei marcatori è Lautaro Martinez.

L’argentino, che è finalmente riuscito a staccare Sergej Milinkovic-Savic, ora guarda tutti dall’alto.

Ma occhio a Viktor Osimhen!

Con la sua doppietta contro la Nemedia il nigeriano si è infilato in zona podio e, almeno al momento, pare l’unico davvero in grado di giocarsela con l’argentino per la corsa al Pugnale d’Oro 2022-2023.

Rimane insediato nei piani alti della classifica Chris Smalling.

L’inglese è uno dei quattro giocatori che hanno usufruito di una marcatura extra in questo turno, Gli altri sono stati Dybala, Bremer e Mario Rui.

L’unica rete che, invece, non abbiamo potuto tramutare in una marcatura utile alla nostra graduatoria, è stata la prima di Dusan Vlahovic. Quella ottenuta su calcio di rigore.



La prossima giornata

Il prossimo turno vedrà le prime tre della classe impegnate tutte in trasferta.

La capolista Brythunia sarà di scena al Belverus Dome contro una Nemedia sconfitta già per due volte in questa stagione.

Zingara farà visita agli Stygia Ophidians, ultimi in classifica e ancor più depressi dopo la beffa (che vi abbiamo descritto qualche paragrafo più in su) subita in casa dei campioni incarica di Ophir.

L’impegno più duro sarà quello dei Corinthia Wisemen di mister Cirillo che saranno di scena alla Korshemish Arena. Koth è una gran brutta gatta da pelare e ha un disperato bisogno di punti per non perdere contatto proprio coi bianco-verdi che, al momento, sono in vantaggio di quattro lunghezze.

Il quadro degli incontri sarà completato dalla nobile sfida tra Aquilonia e Ophir e da quella un po’ meno nobile, ma ugualmente interessante, tra Zamora e Argos.




E con i risultati della diciannovesima giornata è tutto.

Vi lascio al consueto file excell con tutti i risultati nel dettaglio.

Risultati del nostro fantacalcio

Ci sentiamo su twitter.