Trentacinquesima giornata: le formazioni

Siamo giunti alla penultima tappa di questo lungo cammino. La pratica Scudo d’Oro è stata archiviata domenica scorsa con la vittoria matematica degli Stygia Ophidians. Rimangono ancora da assegnare l’Elmo d’Oro, che andrà alla franchigia vincitrice della Coppa di Lega, e le Spade d’Oro, che andranno invece a chi riuscirà prevalere in Supercoppa. La vittoria in entrambe queste due competizioni non potrà tuttavia essere ufficializzata, vista la particolare struttura delle loro graduatorie, prima dell’ultimo atto di domenica prossima.

(altro…)

Un altro anno nel segno del monopolio Juve

Non lo chiamano derby d’Italia ma quella tra Juve e Milan è da più di mezzo secolo la sfida tra due modi di concepire il calcio. L’italianità spiccata dei bianconeri, leaders incontrastati dell’albo d’oro della Serie A, e il respiro internazionale dei rossoneri, primi nella storia del calcio nostrano a vincere un trofeo internazionale ufficiale e, per distacco, la squadra italiana più vincente in campo europeo e mondiale.

(altro…)

I risultati della trentaquattresima giornata

Tutto come previsto, o quasi. Nel presentarvi la giornata vi avevamo annunciato che sarebbe potuta essere quella del trionfo per gli Ophidians e così è stato. Tuttavia, durante la diretta twitter del week-end, il successo sembrava stesse sfuggendo di mano agli Stygiani, autori di una discreta performance ma con di fronte i Golden Shields tutt’altro che domi e una Zamora che, in casa propria, stava vincendo abbastanza facilmente contro la Nemedia.

(altro…)

L’onore delle armi

Credo che questa squadra e questi due anni rimarranno impressi a lungo nella memoria dei tifosi del Napoli. Nonostante il bilancio ampiamente fallimentare (neanche un trofeo in bacheca) questi giocatori e questo allenatore hanno lasciato una traccia indelebile nella storia del club. Per un anno intero Jorginho, Hamsik, Mertens, Callejon, Insigne e il resto della compagnia hanno espresso il calcio più bello d’Italia ricevendo fior di complimenti anche al di fuori dei confini nazionali.

(altro…)

Trentaquattresima giornata: le formazioni

Terz’ultima giornata di questa stagione e primo match point per la capolista Stygia. Sabato e domenica me ne starò incollato al mio AKAI AKTv 3210 (di gran lunga il miglior regalo ricevuto il giorno del matrimonio) per seguire tutte le partite della Serie A. Voglio vedere “live” se questo assurdo progetto lanciato quasi per scherzo un anno fa (il dominio per il blog lo acquistai in data 7 maggio ma avevo cominciato a lavorarci già da qualche mese) riuscirà a partorire il primo, storico, vincitore dello Scudo d’Oro d’Hyboria proprio nella giornata che coincide col ritorno della venticinquesima, quella rinviata per la morte di Davide Astori e recuperata subito dopo Pasqua.

(altro…)

I risultati della trentatreesima giornata

Le roventi polemiche arbitrali dell’ultima due giorni di Serie A non hanno fermato l’epopea dell’Hyboria League. Qui si accetta tutto ciò che viene perché l’unico arbitro è il fato. Quel fato che è stato l’ago della bilancia di questo trentatreesimo turno e che con i suoi molteplici interventi ha messo una pietra tombale sulla corsa al primo Scudo d’Oro d’Hyboria. Ma andiamo con ordine.

(altro…)

Trentatreesima giornata: le formazioni

Quattro giornate al termine. Dodici punti in palio. Tre posizioni sul podio da assegnare per questo primo, storico, Campionato di Lega dell’Hyboria League, cui vanno aggiunte le altre sei posizioni a premio nelle altre due competizioni (la Coppa e la Supercoppa) e il Pugnale d’Oro d’Hyboria, riconoscimento simbolico conferito al miglior marcatore della stagione. Ancora nulla è deciso ma non manca molto ai verdetti definitivi ed ognuno di questi fine-settimana rappresenterà uno snodo cruciale per il lungo cammino che ha coinvolto queste dieci franchigie per ben nove mesi.

(altro…)

Sbatteteli dentro e buttate via la chiave

E’ un padre di famiglia. Una persona estremamente apprezzata nella sua comunità di Dunboyne, poco meno di settemila anime nel nord-ovest dell’Irlanda cattolica, nella quale vive con la moglie e i tre figli. A 53 anni si trova ricoverato al centro neurologico di Walton, in bilico tra la vita e la morte, colpito ripetutamente al capo con delle cinghie da persone che definire bestie sarebbe un insulto. Per le bestie.

(altro…)